Review: L'ultimo cavaliere

L'ultimo cavaliere by Stephen King
My rating: 3 of 5 stars

Si tratta del primo "mitico" volume della serie più famosa del Re: La Torre Nera.
Ho sempre avuto timore ad iniziare una saga così lunga e tortuosa ma ora che mi sono lanciato, ho dovuto acquistare l'intera storia… il lungo viaggio con Roland comincia qui… e chissà dove mi porterà.

L'edizione che ho letto è quella rivista e corretta dallo stesso autore.
Nei trenta e passa anni che King ci ha messo a concluderla, immagino sia stato necessario tornare all'origine per imbastire il giusto grado di coerenza...
"Vai, allora, ci sono altri mondi oltre a questo"
Per scrivere l'opera, King trova ispirazione ne "Childe Roland alla Torre Nera giunse" di Robert Browning. E' lo stesso autore a considerare la saga che trae inizio da questo volume come il proprio opus magnum nel quale farà convergere tantissimi dei personaggi che si trovano in altri suoi scritti.
Il libro è ambientato in un universo al confine tra la realtà e la finzione, dove le componenti western e quella metafisica - onirica potremmo dire - sono prevalenti. Il mondo in cui viva Roland, una sorta di pistolero alla Clint Eastwood, è un mondo non lontano dal nostro nel quale è successo qualcosa di apocalittico che ha causato la degenerazione delle cose, delle persone e della stessa storia; la terra intera è disseminata di rottami e rovine che testimoniano di un lontano passato che nessuno ricorda più.
L'unica cosa importante per Roland è di raggiungere l'uomo in nero e la Torre Nera.


Inutile cercare la ragione delle cose, King mantiene i suoi segreti che svelerà - spero - con la conclusione della saga. Persino il pistolero e la sua missione restano coperte da un velo di mistero. "L'ultimo pistolero e il viaggio verso la Torre Nera", quasi un'ossessione dalla quale non ci si può sottrarre!

Lo stile di narrazione è quello classico del Re. Durante il susseguirsi degli avvenimenti, capita sovente di imbattersi in flash back che ci consentono di inquadrare meglio il pistolero attraverso i ricordi della sua infanzia. Scopriamo un personaggio abilissimo con le pistole e allo stesso tempo astuto e coraggioso, ma anche molto freddo e crudele.

E' opinione diffusa che questo testo offra al lettore numerosi piani di lettura... che però sono rivelati solo a posteriori, quando il cammino di Roland è giunto al termine.
Per il momento ho giudicato il libro 3/5 ma mi riservo la sua rilettura in futuro, quando sarò arrivato anch'io alla Torre Nera insieme a Roland, e chissà di rivalutarlo scoprendo nel testo tutti quei dettagli e particolari che mi sono sfuggiti durante la prima lettura.

Saga "La Torre Nera":
    1.    L'Ultimo Cavaliere
    2.    La Chiamata dei Tre
    3.    Terre Desolate
    4.    La Sfera del Buio
    4.5  La Leggenda del Vento
    5.    I Lupi della Calla
    6.    La Canzone di Susannah
    7.    La Torre Nera

Una foto pubblicata da Lo scaffale traboccante (@loscaffaletraboccante) in data:

View all my reviews 

Commenti

Post popolari in questo blog

Nuovi arrivi - Novembre 2017

#GoodreadsChoice Awards 2017

Review: Endymion