Review: Le ossa del diavolo

Le ossa del diavolo by Kathy Reichs
My rating: 2 of 5 stars
"Mi chiamo Temperance Deassee Brennan. Uno e sessantasette, irritabile, ultraquarantenne. Plurilaureata. Superoccupata. Sottopagata.
E sto morendo.

Tirai una riga su quell'abbozzo di incipit e ritentai.
Sono un'antropologa forense. Conosco bene la morte. Ora è sulle mie tracce. Questa è la mia storia."
E' il primo libro che leggo di Kathy Reichs e a dire il vero non avevo alte aspettative - forse perchè avevo già leggiucchiato qualche recensione non del tutto entusiasta.

Kathy Reichs
La protagonista è tale Temperarce Deassee Brennan, antropologa forense, direi ben caratterizzata così come i vari settings, sempre descritti in maniera minuziosa... è la storia che mi lascia più di qualche perplessità: fino a metà libro non mi aveva detto nulla, troppo farcita di dettagli e rimandi che mi hanno fatto un pò calare la palpebra senza darmi stimoli.
Migliora nella seconda parte, ma ecco che appena comincio a provarci gusto.... tutto si risolve troppo frettolosamente in un finale senza mordente...
I continui "riassuntini" - che sintetizzano quanto appena accaduto - hanno avuto come unico effetto quello di irritarmi: piazzati a muzzo qua e là hanno tolto quel poco che era lasciato alla fantasia personale.

Nulla da dire sulla leggibilità, l'autrice è comunque brava e le pagine volano.
A questo punto sono curioso di leggere qualche suo masterpiece... però questo libro, a mio parere, non regge il confronto con "La chimica della morte" di Simon Beckett.

View all my reviews

Commenti

Post popolari in questo blog

Un treno di libri

Review: Le montagne della follia

Best books 2017 - opening round